Milano

Milano richiede un'esplorazione minuziosa per poter raggiungere alcuni dei suoi monumenti
principali, a parte quelli visibili nel centro: il Duomo è il simbolo per antonomasia, un capolavoro indiscusso dell'architettura gotica. A vederlo sembra quasi un enorme castello di sabbia, con le sue alte guglie in rame dorato in cima alle quali si stagliano ben 3.400 statue, tra cui l'amata Madonnina (Madunina). La chiesa di Sant'Ambrogio, spostata un po' più ad est e dedicata al santo patrono della città, accoglie i fedeli sin dal IV secolo ed è una delle chiese più antiche in Italia.
Il centro storico della città incorpora il famoso distretto della moda, celebre quanto quello di Parigi e di New York: Via Monte Napoleone, Via della Spiga, Via Manzoni e Via Sant'Andrea, sono il simbolo del prêt-à-porter italiano ed internazionale, dove si trovano i negozi più esclusivi e i più grandi nomi del fashion mondiale; negozi di gioielli e caffetterie sparse qua e là, completano il quartiere del lusso per antonomasia della città. La vecchia Milano affascina ancora oggi con il suo elegante Palazzo Reale, che fu sede del governo e che oggi conosciamo come importante centro culturale. La Galleria Vittorio Emanuele II, in uno splendido stile architettonico del periodo della Belle Époque europea, in vetro e ferro battuto,  è un altro simbolo dello shopping milanese, ritrovo d'obbligo per la pausa caffè e passeggiata da non perdere per chiunque visiti la città. Il Castello Sforzesco è forse il monumento storico più importante, fiero rappresentante degli avvenimenti militari della città. Leonardo da Vinci ha lasciato la sua più importante impronta artistica proprio a Milano, nell'universalmente famosa Ultima Cena (dichiarato nel 1980 Patrimonio dell'Umanità dall'UNESCO) custodita all'interno della chiesa di Santa Maria delle Grazie (anch'essa inclusa nella lista UNESCO). Subito a nord rispetto al centro storico ci sono alcune strade molto popolari, come Corso Venezia, le sue vie intricate e i palazzi nobili, alcuni dei quali sono diventati importanti sedi di rappresentanza. Poco distanti, i Giardini di Porta Venezia formano un piccolo parco molto amato dai milanesi. Ancora più a nord troviamo una delle vie più trafficate della città, Corso Bueno Aires, dall'aria cosmopolita e multietnica. Corso Magenta porta direttamente al centro, meta di negozi e antichi palazzi aristocratici muniti di grandi cortili interni. A sudovest, entriamo in una delle zone più di tendenza della città: i Navigli. Il quartiere è un mix di stili vecchi e nuovi, scelto dai milanesi doc come nuova residenza di vita e di divertimento. Agli inizi del XX secolo, la classe operaia si trasferì nella zona, mischiandosi alla classe più abbiente, creando nel tempo quello che oggi è considerato un quartiere bohemien, pieno di artisti, musicisti, politici ed architetti. Non si può non riconoscere il grande pregio di una città come Milano, la città italiana che guarda al mondo e al futuro. Buona Milano!